Eritrea, liberati 36 cristiani: erano in prigione a causa della loro fede

Eritrea

Liberati dal governo eritreo 36 cristiani arrestati per la loro fede. A dare la notizia la Bbc, che ha dichiarato che 14 erano stati detenuti per quattro anni nell’isola di Dahlak Kebir, nel mar Rosso.

22 erano stati arrestati, invece, a fine marzo. Si tratta di membri i chiese cristiane evangeliche e pentecostali.

Persecuzione in Eritrea

L’Eritrea nel 2002 ha introdotto una legge che vieta tutti i culti, tranne quelli ortodossi, cattolici e luterani. L’International Christian Concern stima che i cristiani detenuti siano ancora 500.

Prima di oggi, un’altra liberazione è avvenuta nel mese di febbraio. Ad essere rilasciati sono stati 64 cristiani. Il periodo di detenzione di ciascuno variava dai 2 ai 12 anni, senza processo.

Le confessioni cristiane riconosciute hanno anch’esse vita dura In Eritrea. Un esempio è quanto accaduto a giugno 2019: 22 strutture sanitarie cattoliche sono state confiscate e chiuse.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli