“Great You are”, il primo singolo cristiano di Jordan Smith, vincitore di The Voice 9

Restituire a Dio il dono che gli ha fatto. Così, Jordan Smith, cantante pop e vincitore della stagione 9 di “The Voice”, ha descritto l’uscita del suo primo singolo cristiano, “Great You are”.

“È davvero speciale per me prendere questo momento e dire di nuovo al Signore: “Lascia che tutto ciò che sono dichiari la tua gloria, per aiutarti a raccontare la tua storia, la storia del tuo Vangelo. Lascia che tutto ciò che sono punti il ​​mondo verso di te””, ha dichiarato Smith al Christian Post.

Jordan Smith pubblica il suo primo singolo di musica cristiana

Attualmente Jordan Smith è l’artista che ha venduto di più da “The Voice”. Due album pop e un disco di Natale all’attivo, la sua fede è sempre stata nel DNA della sua musica. Adesso le sue convinzioni saranno al centro della scena.

“Quando abbiamo scritto questa canzone… sapevo che era speciale. Ma non mi sono soffermato un attimo a pensare a quanto fosse speciale per me come artista e al viaggio che ho intrapreso da “The Voice”, ha dichiarato a proposito del nuovo singolo.

Scritto da Smith, Jeff Sojka e Matt Armstrong, “Great You Are” è un testo ispirato dalla Scrittura. Una ferma dichiarazione al centro: persino le pietre grideranno e loderanno Gesù se le persone non lo faranno.

“La canzone stessa dice solo: “Tutto quello che sono, lo metto qui ai tuoi piedi, e te lo restituisco”“, ha aggiunto Jordan.

“È davvero speciale per me potere avere il momento di restituire il mio dono al Signore e di puntare la gloria a Lui“, ha continuato l’artista, che ha da poco firmato un accordo con Provident Label Group / Sony Music.

“Great You are”, il primo singolo di musica cristiana del vincitore di “The Voice”

Il singolo è stato scritto proprio prima della pandemia di Covid-19. Jordan Smith descrive l’ansia tipica del periodo, dov’è facile essere distratti dalle onde e risucchiati dalla preoccupazione.

Una esperienza che lo ha toccato in prima battuta: “L’ansia è ai massimi storici. Anche nella mia vita, mi ritrovo a sentirmi ansioso e preoccupato per le cose che stanno accadendo. Mi sento un po’ fuori controllo perché non ho il controllo su tutto quello che sta succedendo. Sono una specie di maniaco del controllo, quindi questo è un problema per me”.

“Ma proprio in quel momento in cui ci sentiamo fuori controllo – ha aggiunto -, ci sentiamo ansiosi e preoccupati per tutto questo – questo ci viene costantemente addosso – penso che sia così importante rallentare per un momento e dire: ‘Aspetta, posso provare colpi al cuore, posso sperimentare il fallimento, posso sperimentare cose brutte. Posso sperimentare benedizioni, successo e cose buone. Eppure tutto rientra nel piano di Dio, e tutto è nelle Sue mani. Non cambia chi Lui è“.

È sempre fedele, è costante, è buono e ci ama incondizionatamente. È importante fermarsi e ricordare a noi stessi quanto è buono e quanto è fedele nelle nostre vite. Quei dolori, tutte quelle prove, tutte quelle, anche le benedizioni, fino a Lui, è semplicemente rinfrescante. Porta nuova vita al nostro spirito, e spero che questo sia ciò che la canzone riesca a fare per le persone”.

“Voglio che quante più persone possano connettersi a Dio”

Jordan Smith ha sperimentato il potere della musica. “Ho avuto un viaggio davvero divertente in cui sono riuscito a fare musica pop e musica di tutti i tipi con persone di diversi ceti sociali – racconta-. La cosa bella è che mi sento, personalmente, come se le persone fossero in grado di provare connessione attraverso questo”.

Con la sua musica ha sempre cercato di creare una connessione con Dio e tra di loro. “Ho costantemente cercato di creare momenti nella musica in cui le persone possono sperimentare lo Spirito Santo e la vicinanza di Dio, anche se forse non sanno che è quello che stanno provando”, ha raccontato. .

“Forse se non hanno mai provato quella sensazione prima, e dicono semplicemente, “Oh, sento che qualcosa nel mio petto mi tira il cuore ogni volta che canti”. Ora ho l’opportunità con una canzone come “Great You Are” per dirglielo apertamente. “Ehi, quella sensazione nel tuo petto, quella cosa che provi a volte quando senti una canzone che ti commuove, o senti qualcuno dire qualcosa a cui il tuo spirito si connette, quello è lo Spirito Santo, Lui ti sta raggiungendo e Lui ti ama“.

“Voglio solo che le persone sentano che io conosco il potere del sentimento dello Spirito Santo ogni volta che Dio è all’opera nella tua vita, e ti ricorda che ti ama e vuole il meglio per te. Voglio che quante più persone possibile siano in grado di provare quella sensazione e quella connessione con Lui”, ha aggiunto.

Dopo “The Voice”, Smith ha sperimentato le “montagne russe”. Il matrimonio con Kristin, l’acquisto di una casa, tre full-length album, tournée con artisti come Michael W. Smith e Amy Grant. Musica natalizia, tonnellate di canzoni da scrivere, di cui una per Celine Dion.

“La mia intera vita è cambiata davvero letteralmente dall’oggi al domani. Questo ha fatto sì che dovessi davvero appoggiarmi e aggrapparmi al Signore, perché da me stesso, non saprei come gestirlo. Non sai come gestire l’attenzione, non sai come gestire l’opportunità, non sai come gestire la piattaforma “, ha ammesso Smith.

“Ha davvero migliorato la mia vita di preghiera e la mia fiducia nel Signore perché dovevo fare affidamento su di Lui e non sulla mia comprensione. Dovevo appoggiarmi alla Sua pace e dovevo appoggiarmi a pregare per la Sua volontà nella mia vita e usando la Sua saggezza“.

Oggi fa del suo meglio per rimanere in quel luogo di libertà, sapendo che Dio ha tutto sotto il Suo controllo. Una esperienza che ha rafforzato la sua fiducia in Dio.

Jordan Smith, presto il nuovo album

Dopo il nuovo singolo, arriverà un intero album di musica cristiana.

“Sono stato così grato per l’opportunità di scrivere questa musica. In un momento in cui stavano succedendo così tante cose, sono stato in grado di scappare via e ho lavorato a questo progetto in studio, senza musicisti, solo io e un produttore e allontanamento sociale”.

“È stato un processo così strano realizzare un progetto nel mezzo di una pandemia, ma è stato così stimolante ed edificante poter fare musica in quel periodo. Ora sono entusiasta e grato di poterlo condividere con tutti e spero che li incoraggi proprio come ha incoraggiato me”.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli