Il New York Times elimina il termine “feto” dal suo alfabeto di fronte al dibattito sull’aborto




Il quotidiano statunitense The New York Times ha rimosso la parola “feto” come risposta corretta nel suo gioco alfabetico quotidiano chiamato Wordle, in seguito al dibattito sul possibile rovesciamento della sentenza Roe v Wade che ha legalizzato l’aborto negli Stati Uniti.

“Al New York Times Games prendiamo sul serio il nostro ruolo di luogo di intrattenimento e di evasione, e non vogliamo che Wordle rimanga legato alle notizie”, ha dichiarato il New York Times.

Il gioco Wordle è stato lanciato nell’ottobre 2021 e il New York Times Times lo ha acquistato all’inizio di quest’anno. Lo scopo del gioco è indovinare una parola di cinque lettere in un massimo di sei tentativi.

Nel tentativo di spiegare la rimozione della parola “feto”, il giornale statunitense ha dichiarato: “Alcuni utenti potrebbero vedere una risposta obsoleta per Wordle che sembra essere strettamente legata a un recente evento di cronaca. Si tratta di una coincidenza del tutto involontaria: la risposta originale di oggi è stata caricata su Wordle l’anno scorso”.

“A causa dell’attuale tecnologia di Wordle, può essere difficile modificare le parole che sono già state caricate nel gioco. Quando la scorsa settimana abbiamo scoperto che questa particolare parola sarebbe apparsa oggi, l’abbiamo cambiata con il maggior numero possibile di soluzioni”, ha proseguito la dichiarazione.

La decisione del New York Times arriva mentre infuria il dibattito pubblico sulla possibilità che la Corte Suprema degli Stati Uniti ribalti la storica sentenza Roe v. Wade, che ha legalizzato l’aborto negli Stati Uniti nel 1973.

Il 2 maggio è trapelata una bozza di parere della Corte, che indicava che il risultato sarebbe stato quello di ribaltare le sentenze a favore dell’aborto.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli

Liberato il missionario cileno rapito ad Haiti

La Polizia investigativa cilena (PDI) ha confermato martedì pomeriggio che Esteban Zambrano Leiva, un missionario cileno di 32 anni rapito all’inizio di giugno ad Haiti, è stato rilasciato. “Dopo il