Lo Stato dell’Oregon richiede una prova di vaccinazione per entrare nelle chiese

Poiché i vaccini COVID 19 sono diventati sempre più disponibili negli Stati Uniti, il dibattito si sta scaldando sul fatto che la prova della vaccinazione sia necessaria per entrare nelle aziende o nelle chiese senza mascherina.

Il 18 maggio, l’Oregon Health Authority (OHA) ha annunciato nuove linee guida riguardanti l’uso di maschere facciali per le persone che sono già state completamente vaccinate contro il COVID 19. Ora, il governatore dell’Oregon Kate Brown (D) sta richiedendo alle persone di mostrare la prova delle loro vaccinazioni sia digitalmente che su carta.

Secondo le linee guida aggiornate, le aziende, i datori di lavoro e le istituzioni religiose possono scegliere di non richiedere maschere, ma devono richiedere alle persone di mostrare la prova della vaccinazione.

Ma un gruppo conservatore si sta esprimendo contro la misura, sostenendo che l’ordine è incostituzionale.

La Freedom Foundation ha inviato una lettera al governatore Brown chiedendo di eliminare il requisito di verifica dei vaccini o sarà citata in giudizio.

“La lettera dà al governatore tre opzioni: annullare completamente l’ordine, fornire fatti che giustifichino perché l’ordine è necessario, o aspettare che la questione sia risolta in tribunale.

Da parte sua, Liberty Counsel, uno studio legale no-profit specializzato in diritti religiosi, ha detto che l’ordine è un grande passo verso la perdita delle libertà.

“I passaporti digitali per la salute o per i vaccini, insieme alle app di tracciamento, rappresentano una seria minaccia alle libertà individuali”, ha detto il fondatore e presidente di Liberty Counsel Mat Staver.

“I passaporti dei vaccini e le app di tracciamento comportano la raccolta di dati e il monitoraggio. COVID viene usato per promuovere questa pericolosa minaccia alla libertà. Non dobbiamo mai accettare passaporti vaccinali o app di tracciamento come parte di una nuova normalità. Se lo facciamo, sarà la fine della libertà”.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli