Sud Sudan │ I fedeli del Sud Sudan sfamano i bisognosi mentre il paese affronta la carestia

Il 2021 è un anno critico per il Sud Sudan. “Nei prossimi 12 mesi circa, si prevede che circa il 60% della popolazione totale del Sud Sudan sarà in condizioni di insicurezza alimentare”, dice Joshua Bundi dell’organizzazione umanitaria World Concern.

Gli esperti dicono che il Sud Sudan è sull’orlo della carestia, affrontando i più alti livelli di insicurezza alimentare e malnutrizione in un decennio. Se non cambia nulla, l’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che la malnutrizione acuta sarà la principale causa di morte per i bambini sotto i cinque anni.

World Concern è un’agenzia cristiana di soccorso e sviluppo globale che offre opportunità e speranza alle persone che affrontano la povertà estrema.

“Circa 1,4 milioni di bambini sotto i cinque anni sono soggetti a malnutrizione, che è il numero più alto dal 2013. È abbastanza preoccupante perché è un numero molto alto”, spiega Bundi.

Le Nazioni Unite stanno già preparando gli aiuti alimentari per la prossima stagione delle piogge. “La stagione delle piogge inizia verso giugno [e dura] fino a ottobre, quando il raccolto è fatto”, aggiunge.

Le chiese vengono ad aiutare


Le chiese locali stanno preparando i loro rifornimenti e il piano di risposta con il supporto di World Concern.

“Il nostro desiderio è quello di ministrare l’amore di Cristo in quelle aree specifiche dove le persone sono sottoservite e ci sono pochi che possono raggiungerle. Non solo per dare loro da mangiare, ma anche per aiutarli a riconciliarsi con Cristo”, dice Bundi.

“Pregate per il popolo del Sudan del Sud; sono alcune delle persone più resistenti che abbia mai incontrato. Oltre alle preghiere, possiamo anche dare quello che il Signore ci ha benedetto per sostenere la gente”, dice.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli