Uccisa per aver rifiutato di convertirsi all’Islam e sposare un musulmano

Si chiamava Sonia Bibi ed è stata uccisa, a soli 24 anni, per aver rifiutato di convertirsi all’Islam e sposare un uomo musulmano.

Stando a ciò che riferisce Aid to the Church in Need, la polizia pakistana starebbe ora cercando Muhammad Shehzad quale autore dell’assassinio.

Pakistan, giovane cristiana uccisa alla fermata dell’autobus

La giovane avrebbe rifiutato la proposta di matrimonio pochi giorni prima dell’uccisione, avvenuta mentre si trovava alla fermata dell’autobus Fazaia Colony a Rawalpindi, vicino alla capitale Islamabad.

Muhammad Shehzad, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine, le avrebbe sparato più volte proprio mentre era in attesa.

Al momento si trova in custodia Faizan, complice del l’uomo, che avrebbe preso Sonia su una moto portandola a incontrare Shehzad.

Al dolore per una giovane vita spezzata si aggiungono adesso anche le preoccupazioni di ordine economico. Sonia lascia, infatti, oltre ai genitori, quattro fratelli più piccoli: tre femmine e un maschio. Col suo lavoro da donna delle pulizie dava un grande sostegno alla sua famiglia.

Pakistan, donne cristiane in pericolo per la loro fede

“Estendiamo le nostre più sentite condoglianze ai genitori di Sonia che hanno tragicamente perso la loro figlia maggiore – ha dichiarato Neville Kyrke-Smith, Direttore nazionale di ACN Regno Unito -. L’uccisione di Sonia dimostra il pericolo mortale che le ragazze e le giovani donne, specialmente quelle provenienti da ambienti cristiani e di altre minoranze, affrontano, situazioni in cui sono sotto pressione per sposarsi e abbandonare la loro fede. È urgente intervenire per garantire la sicurezza di questi giovani. Chiediamo a coloro che detengono l’autorità in Pakistan e al nostro governo di agire ora. Altrimenti ci saranno solo casi più tragici come questo”.

L’attivista per i diritti umani di Lahore Sajid Christopher, dell’Organizzazione degli amici umani in Pakistan, ha detto ad ACN: “L’uccisione di Sonia Bibi è un atto terribile e orribile. È stata uccisa per aver rifiutato l’offerta di convertirsi e sposarsi. Condanno fermamente questo atto. Le mie più sentite condoglianze per la famiglia di questa vittima innocente”.

Condividilo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su linkedin
LinkedIn
NUOVI

Articoli